siamo in viaggio…

16 Nov

12274358_10208106823092417_6533976057722188948_n

Ci sono le voci dei bimbi ad accompagnare la partenza delle barchette sull’acqua del Lemene (che vorremmo fosse la Senna) chiasso ed entusiasmo colaborazione e partecipazione e adorabile confusione. e sono queste le invasioni culturali che ci piacciono di profumo dell’arte della semplicità della libertà. siamo partiti, con gli addii in gola con i suoni dei Cosmic Bloom come sottofondo e degli altri partecipanti di Orchestrazione e le memorie visive delle esposizioni e delle performance e dei libri in tasca e del cibo caldo e del vino rosso. il viaggio ci porterà in mare aperto. E certo saremo attrezzati alle tempeste. senza meditare un ritorno. ma nuovi approdi. con la forza del vento e della voglia di stare assieme. creativi e reattivi. sempre.

OGGI… PARTENZA! ore 21.00

6 Nov

Oggi, venerdì 6/11, alle ore 21.00 inaugurazione di ORCHESTRAZIONE 23 presso la Galleria d’Arte Ai MOLINI di Portogruaro! Tema: PARTENZA. 33 artisti e 16 eventi (libri, musica, laboratori, performances) dal 6 al 15/11. Stasera performance poetico-vocale con il gruppo I Fantasmi, Giacomo Marcocig suonerà le fughe di J.S.Bach con l’euphonium, gli artisti prepareranno le barchette di carta e a seguire il Brindisi benandante! Ciao!

brachetta

19 Set

barchetta111

La partenza

«s.f. – Atto o momento del partire». I dizionari non dicono niente. Partenza da, partenza per. Pronti, partenza, via: ma siamo pronti? qual è la via? Punto di partenza, «(fig.) origine, principio»; Ulisse parte da Troia, la guerra è vinta, comincia la civiltà occidentale, nella mia fine è il mio principio. Chi parte e perché? Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria diretta lungo la linea che le congiunge. C’è una linea immaginaria tra Bodrum e Kos, una linea che scavalca un ostacolo tutt’altro che immaginario: partire è un capo, arrivare è l’altro. «Lat. *adripāre ‘portare, giungere a riva’». Partire (letterario) vuol dire fare a mezzo, concedere un pezzo a ciascuno: nessuno giunge a riva se non si compartisce. La terra, la forma, l’immagine, la parola. Facciamo le valigie, qui non possiamo stare. Partire è un po’ morire. De venere e de marte / no se sposa, no se parte / e no se dà principio al arte. Marte, giù le lancia. Venere, dammi un bacio: saluto tutti e me ne vado. Nel bagaglio solo un foglio ancora bianco: da piegare, stropicciare, scarabocchiare; affidare al vento, alle onde. Lasciamo che i giudici chiamino la falsa partenza. Noi siamo veri. Noi partiamo: in quarta, per la tangente, non importa. La strada nasce dove i piedi calpestano. Dopo il fischio di inizio, è partita aperta. Pronti? via. 

orchestrazione n.22 > secondo weekend

24 Nov

Fotografie di Massimo Mucci.

IMG_0057 COPIA IMG_0045 COPIA IMG_0042 COPIA IMG_0036 COPIA IMG_0027 COPIA IMG_0021 COPIA IMG_0017 COPIA IMG_0014 COPIA IMG_0013 COPIA IMG_0006 COPIA IMG_0005 COPIA IMG_0004 COPIA

orchestrazione n.22 > primo weekend

11 Nov

Fotografie di Massimo Mucci.

IMG_0045 COPIA IMG_0043 COPIA IMG_0042 COPIA IMG_0037 COPIA IMG_0035 COPIA IMG_0031 COPIAIMG_0027 COPIAIMG_0025 COPIA IMG_0024 COPIA IMG_0022 COPIA IMG_0018 COPIA IMG_0016 COPY IMG_0016 COPIA IMG_0012 copia IMG_0007 copia IMG_0006_copia IMG_0002_copy